Incastonatura diamanti e pietre preziose

L’incastonatura dei diamanti e delle pietre preziose in generale è essenziale per la creazione dei gioielli, richiedendo  maestria artigianale per mantenerle saldamente in posizione. Questa tecnica, invisibile agli occhi, mira a esaltare la bellezza delle gemme, non a nasconderle.

Nel lavoro di incastonatura, affrontiamo sfide stimolanti ogni giorno nel posizionare i diamanti e le pietre preziose con la minima quantità di materiale possibile, mantenendo comunque una presa salda e sicura.

Si tratta soprattutto di adattare ogni incastonatura secondo l’effetto estetico desiderato, considerando la forma e la durezza specifica di ogni gemma. Questo richiede una precisione e una competenza straordinarie che ci spingono costantemente a superare i nostri limiti.

Quali sono i diversi tipi di incastonatura di gioielli e quali tecniche principali che impieghiamo per valorizzare al meglio le pietre preziose?

I tipi di incassatura conosciuti sono:

  • Incastonatura lastra (tagliato)
  • Incastonatura a baffo o puntatine (per castoni a tazza o cipollina)
  • Incastonatura a pavé (insieme di pietre)
  • Incastonatura sgriffata (su punte solitamente allineate su di un’unica striscia di metallo)
  • Incastonatura a griffe (si incassa la pietra servendosi di punte ricavate da fili saldati o ritagliati dai castoni)
  • Incastonatura binario battuto pietre tonde
  • Incastonatura binario battuto pietre di forma
  • Incastonatura battuto pietre tonde (a notte)
  • Incastonatura battuto pietre di forma
  • Incastonatura fantasia (fermare la pietra dentro il metallo creando un disegno; stella mandorla)
  • Incastonatura invisibile o serti mystérieux
  • Incassatura alla francese
  • Incassatura a galleria (innalzare il castone al di sopra del corpo del gioiello)
  • Incassatura a castone ribattuto, “serti clos” o “a spagliazzo” (ripiegare il bordo del castone sulla pietra)
incastonatura gioielli a prato

incastonatura gioielli a prato

Ecco una panoramica delle più comuni:

1. **Incastonatura a Griffe o “Claw”**:

– Questo metodo implica l’inserimento della pietra tra i fili metallici a forma di V, noti come “griffe” o “griffes”, che sono saldati su una lastra metallica. Le griffe mantengono la pietra saldamente al suo posto, creando una sorta di cestino. Questa tecnica offre una buona visibilità della pietra ed è comunemente utilizzata per pietre di dimensioni standard.

2. **Incastonatura a Granetti o sgriffata**:

– Questa tecnica coinvolge l’utilizzo di una lastra metallica lavorata sulla quale vengono posizionate le pietre preziose. I granetti, piccoli pezzi di metallo, vengono solitamente utilizzati per tenere le pietre al loro posto. Questo metodo è versatile e può essere adattato per una singola pietra o più pietre, a seconda del design desiderato.

3. **Incastonatura a Pavé**:

– Qui le pietre vengono posizionate molto vicine tra loro sulla superficie del gioiello, aumentando la riflessione della luce e l’intensità della brillantezza. Questa tecnica è comunemente utilizzata per diamanti e produce un effetto luminoso molto intenso.

4. **Incastonatura a Castone Ribattuto o Serti Clos**:

– Questo metodo antico e affidabile coinvolge il passaggio di una striscia di metallo intorno alla pietra, che viene poi piegata lungo il bordo per fissarla saldamente. È una tecnica sicura e resistente utilizzata in tutto il mondo.

In definitiva, l’incastonatura è cruciale per proteggere e personalizzare i gioielli, evidenziando la bellezza e la qualità delle pietre preziose. La scelta della tecnica di incastonatura giusta può anche influenzare la montatura del gioiello, valorizzando al meglio le caratteristiche uniche della pietra.

Il termine “incastonatura” deriva dal verbo “incastonare”, che significa letteralmente “inserire in un castone” o “collocare all’interno di una cornice”. Il nome riflette il processo di creare una struttura o un alloggiamento nel metallo del gioiello per ospitare e proteggere la pietra preziosa, che viene poi fissata in posizione tramite vari metodi come l’utilizzo di griffe o l’incastro. In sintesi, il termine “incastonatura” sottolinea l’azione di incassare la pietra preziosa all’interno del gioiello, dando vita a un pezzo finito e prezioso.

I principali tipi di incastonatura sono a griffe (o chaton), a pavé, a incastro (o incassata), a gancio e a castone. Ognuna offre un modo unico per esporre e proteggere la pietra preziosa.

La forma, il taglio, le dimensioni e la fragilità della pietra preziosa influenzano la scelta dell’incastonatura. Ad esempio, le pietre più delicate potrebbero richiedere un’incastonatura che le protegga meglio.

I principali pericoli connessi all’incastonatura delle pietre preziose includono la perdita della pietra a causa di un’incastonatura difettosa o danneggiata che consente alla gemma di fuoriuscire dalla sua sede, il danneggiamento della pietra durante il processo di incastonatura, e la possibile creazione di punti deboli nell’incastonatura stessa che potrebbero rendere la pietra vulnerabile a cadute o urti. Inoltre, la scelta di un’incastonatura non adatta al tipo specifico di pietra preziosa potrebbe comprometterne la stabilità e l’integrità nel tempo. È importante che gli incastonatori siano altamente qualificati e utilizzino tecniche e materiali appropriati per ridurre al minimo questi rischi.